Pane chetogenico

Una versione che nasce dalla ricetta della Focaccia Paleo, anche questa povera di carboidrati ed indicata per la Dieta Chetogenica.

Avevo degli albumi in cartone, appena usati per realizzare i budini al cacao (anche questi per dieta chetogenica!) in cui ne vanno 300 g…e mi rimanevano 200 g (circa 7 albumi!).

Volevo sperimentare la farina di bucce di psillio, tanto usata nelle ricette chetogeniche per replicare l’effetto panificante del glutine.

Ebbene, il risultato ricorda la focaccia ma è più consistente,  quindi un’ ottima sorpresa!

Ho voluto dare la forma di focaccia, sempre bassa e condita con olio, sale e rosmarino, ma si può usare uno stampo più stretto e alto per una forma più simile ad una pagnotta…altrimenti dividere in stampi da muffin per fare dei panini!

È adatta sia per la dieta Paleo sia per la dieta Chetogenica perché povera di carboidrati.

I valori nutrizionali totali sono:

  • Kcal: 765
  • Carboidrati: 6 g
  • Proteine:  52 g
  • Grassi: 57 g

Per una porzione abbondante di circa 1/4 di tutta la focaccia, oppure dividendo l’impasto in 4 panini, si ha per panino:

  • Kcal: 191 g
  • Carboidrati: 2 g
  • Proteine:  13 g
  • Grassi: 14 g

TEMPI:

  • preparazione: 10 minuti
  • cottura: 30 minuti in forno statico a 180 °C (oppure microonde modalità crisp 20 minuti)

INGREDIENTI:

PROCEDIMENTO:

  1. preriscaldare il forno a 180 °C
  2. montare a neve ferma gli albumi
  3. versare l’aceto di mele negli albumi e continuare a girare con le fruste
  4. tritare le mandorle o la farina di mandorle fino a farina finissima
  5. in una ciotola unire la farina di mandorle, la farina di psillio e il sale mescolando bene
  6. unire le farine agli albumi e continuare con le fruste fino ad ottenere un composto cremoso senza grumi
  7. oleare una teglia o uno stampo (rettangolare o tondo, circa 24 cm di diamentro) oppure 4 stampi per muffin e cospargere con un po’ di sale e rosmarino
  8. versare il contenuto e infornare per 30 minuti (controllare la cottura in base al forno)
  9. estrarre e lasciar freddare
  10. se si desidera si può passare dell’olio evo sulla superficie, del sale e rosmarino

INDICAZIONI:

  • non serve girare o rabboccare l’acqua! Cercate di non alzare il coperchio ma di lasciarlo chiuso e ben in posizione.
  • Passate le ore impostate, la Slow Cooker fermerà la cottura e manterrà caldo per 12 ore con modalità WARM.

  • Potete lasciare il bollito in pentola e cliccare su BUFFET per riscaldarlo nuovamente.

Prenota una visita dalla mia agenda:

CATERINA BORRACCINO - MioDottore.it

Segui il BenEssere!

Vuoi conoscere gli SCONTI dedicati alla community di BenEssere Paleo? Visita la pagina PROMO e COMPILA E INVIA IL FORM! Ti aspettiamo sulla Pagina Facebook BenEssere Paleo e nel Gruppo BenEssere Paleo!!!

TI ASPETTO SU FACEBOOK

Segui la Pagina BenEssere Paleo con un Like e sarai aggiornato sui nuovi articoli!

Unisciti alla nostra community e iscriviti al Gruppo BenEssere Paleo, ti aspettiamo!

Marzo 21, 2021

Lascia un commento